Archivio News - Dettaglio Notizia

SETTIMANA DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI, BIBBONA C’È

Per il primo anno gli istituti scolastici coinvolti nell’iniziativa curata dalla fondazione Livorno.

Scuole bibbonesi protagoniste alla presentazione, avvenuta sabato 16 maggio presso il castello Pasquini di Castiglioncello, dei progetti per la “Settimana dei beni culturali e ambientali”. Iniziativa curata dalla Fondazione Livorno con il patrocinio di Provincia di Livorno, Comune di Livorno e Comuni della Provincia di Livorno. 

La manifestazione, rivolta alle scuole elementari, medie e superiori, propone di sensibilizzare i giovani sul tema della riscoperta, tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali e ambientali del nostro territorio. Su questo argomento gli studenti erano invitati a realizzare ricerche, analisi e proposte da tradursi in elaborazioni scritte, grafiche, informatiche e quant’altro scaturisse dalla loro inventiva e creatività. 

Tra i 63 progetti presentati ben quattro sono stati quelli delle scuole bibbonesi. La presentazione, come detto, è avvenuta sabato scorso a Castello Pasquini con la partecipazione di Luciano Barsotti, presidente della fondazione Livorno, e per l’amministrazione di Bibbona dell’assessore alla cultura Stefania Brunetti. Assessore che ha fortemente promosso la partecipazione delle scuole del territorio che, per il primo anno, sono state positivamente coinvolte in questa iniziativa.

Nel dettaglio, le scuole elementari Leonardo Da Vinci (classi 5^A e 5^B) hanno curato il progetto “Puliamo il mondo, progetto di educazione ambientale sulla salvaguardia della pineta e della costa di Bibbona”. Nella stessa scuola, ma le classi 4^A e 4^B hanno trattato il tema “La storia è di tutti”. Per la scuola “Cielo D’Alcamo”, invece, le classi 3^A e 3^B hanno previsto un progetto sulla “riqualificazione ex asilo nido nel centro di Bibbona”. La classe 1^A della scuole Da Vinci, infine, si è occupata del progetto “Girando scopro il mondo”.

Ancora non sappiamo chi si è aggiudicherà la vittoria tra i 63 progetti presentati, ma in ogni caso per tutti gli istituti scolastici che hanno aderito all'iniziativa, la Fondazione ha previsto 1.300 euro da spendere per materiale didattico. Da ricordare, infine, che i progetti saranno esposti a Castello Pasquini anche nei prossimi giorni.

torna all'inizio del contenuto