Archivio News - Dettaglio Notizia

REINTRODUZIONE OBBLIGO DENUNCIA FISCALE PER LA VENDITA DI ALCOLICI

A seguito dell'approvazione del Decreto Crescita, convertito nella legge 28 giugno 2019, n. 58, è stato reintrodotto l'obbligo della denuncia fiscale per la vendita di alcolici anche per quelle attività produttive che dal 2017 ne erano state esentate: esercizi pubblici, intrattenimento pubblico, ricettivi, mense aziendali, spacci annessi ai circoli privati.

Infatti, con l'articolo 13-bis introdotto dalla legge di conversione del D.L. viene disposta l'abrogazione della precedente disposizione, cosicché tutti i soggetti di cui sopra sono nuovamente tenuti a richiedere la licenza in questione, a decorrere dal 30 giugno 2019, data di entrata in vigore della L. 58/2019.

L’obbligo di denuncia fiscale è dunque reintrodotto a decorrere dal 30 giugno 2019, data di entrata in vigore della Legge.

La direttiva dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 131411/RU del 20 settembre 2019 (in allegato 1), contenente gli indirizzi operativi per la reintroduzione dell'obbligo di denuncia fiscale per gli esercizi di vendita di prodotti alcolici ex D.Lgs. n. 504/95, art. 29 comma 2, prevede che debbano presentare denuncia di attivazione di esercizio di vendita alla Agenzia delle Dogane anche:

1) gli operatori che tra il 29 agosto 2017 e il 29 giugno 2019, hanno avviato l'attività senza essere tenuti all'osservanza del predetto vincolo.

2) gli esercenti che avendo effettuato la comunicazione preventiva al SUAP in data anteriore al 29 agosto 2017 non abbiano completato il procedimento tributario di rilascio della licenza per l’intervenuta soppressione dell’obbligo di denuncia.

3) i titolari degli esercizi per i quali, durante il periodo di vigenza della soppressione dell’obbligo di denuncia, siano intervenute variazioni nella titolarità dell’esercizio di vendita, (e che siano pertanto subentrati ad un titolare di licenza in quanto trattasi di esercizio avviato prima del 29 agosto 2017).

Gli esercenti predetti dovranno provvedere ad inoltrare all’Agenzia Dogane e Monopoli competente per il tramite dell'Ufficio Suap del Comune di Bibbona:

- endoprocedimento ADM1 reso disponibile dalla Regione Toscana attraverso piattaforma STAR;

- denuncia di attivazione di esercizio di vendita per quanto attiene alla disciplina dell’accisa utilizzando il modello allegato (allegato 2) munito di 2 marche da bollo da € 16 da assolvere mediante apposita dichiarazione (allegato 3) entro il 31 dicembre 2019.

torna all'inizio del contenuto