Archivio News - Dettaglio Notizia

PULIAMO IL MONDO 2020, RACCOLTI 70 CHILI DI MATERIALE PLASTICO

Un’edizione alla quale, nonostante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria che quest’anno hanno costretto a limitare la presenza dei partecipanti, l’Amministrazione Comunale non ha voluto rinunciare e privarsi di questa importante e significativa iniziativa di educazione ambientale promossa da Legambiente da ormai oltre vent’anni, con il patrocinio dei Ministeri dell’Ambiente e della Tutela Territorio e del Mare e del Ministero dell’Istruzione.

Infatti, l’Assessore all’Ambiente Enzo Mulè e la Consigliera con delega all’Istruzione Manuela Pacchini, con il coordinamento organizzativo dell’Ufficio Ambiente Comunale ed il supporto logistico dell’Azienda Speciale (Asbi), hanno invitato a partecipare all’iniziativa solamente gli alunni della quinta elementare di Bibbona con le loro insegnanti.

Il punto di ritrovo è stato organizzato a Marina di Bibbona all’interno della pineta demaniale, dove ai ragazzi è stato consegnato il kit necessario per le operazioni di pulizia.

Prima dell’inizio, il Comandante dei Carabinieri Forestali della Stazione di Cecina, Massimo Celati, e il rappresentante di Legambiente, Angelo Ferrara, “hanno ribadito ai ragazzi l’importanza che rivestono le azioni virtuose in tema di tutela del territorio e dell’ambiente in generale. L’occasione di poter ‘pulire’ un pezzo di luogo – sottolinea il Sindaco, Massimo Fedeli - dove loro stessi vivono è stato per i ragazzi molto  stimolante ed infatti con sorprendente devozione e senso di responsabilità si sono impegnati alla ricerca di qualsiasi tipo di rifiuto, sia all’interno della pineta che lungo la spiaggia prospiciente”.

In particolare la raccolta si è incentrata su piccoli pezzetti di plastica abbandonati, che rappresentano tra l’altro, una delle peggiori e pericolose fonti di inquinamento del mare. A fine giornata sono riusciti a raccogliere oltre 70 chili di materiale che è stato prontamente conferito al centro di raccolta comunale da parte degli operatori di Asbi. “Al termine dell’evento, a ciascun partecipante, in maniera sistematicamente separata, è stato offerto un piccolo spuntino preparato dal personale della nostra mensa scolastica. L’auspicio – conclude l’Assessore all’ambiente Enzo Mulè - è che già dal prossimo anno, manifestazioni come questa, che rappresentano dei volani importanti per la sostenibilità ambientale, l’impegno civile, il senso di comunità ed inclusione sociale, possano tornare ad essere fruibili a tutto campo, senza restrizioni né limitazioni, perché riteniamo di averne proprio bisogno”.

Puliamo il mondo 2020, raccolti 70 chili di materiale plastico

 

 

Un’edizione alla quale, nonostante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria che quest’anno hanno costretto a limitare la presenza dei partecipanti, l’Amministrazione Comunale non ha voluto rinunciare e privarsi di questa importante e significativa iniziativa di educazione ambientale promossa da Legambiente da ormai oltre vent’anni, con il patrocinio dei Ministeri dell’Ambiente e della Tutela Territorio e del Mare e del Ministero dell’Istruzione.

Infatti, l’Assessore all’Ambiente Enzo Mulè e la Consigliera con delega all’Istruzione Manuela Pacchini, con il coordinamento organizzativo dell’Ufficio Ambiente Comunale ed il supporto logistico dell’Azienda Speciale (Asbi), hanno invitato a partecipare all’iniziativa solamente gli alunni della quinta elementare di Bibbona con le loro insegnanti.

Il punto di ritrovo è stato organizzato a Marina di Bibbona all’interno della pineta demaniale, dove ai ragazzi è stato consegnato il kit necessario per le operazioni di pulizia.

Prima dell’inizio, il Comandante dei Carabinieri Forestali della Stazione di Cecina, Massimo Celati, e il rappresentante di Legambiente, Angelo Ferrara, “hanno ribadito ai ragazzi l’importanza che rivestono le azioni virtuose in tema di tutela del territorio e dell’ambiente in generale. L’occasione di poter ‘pulire’ un pezzo di luogo – sottolinea il Sindaco, Massimo Fedeli - dove loro stessi vivono è stato per i ragazzi molto  stimolante ed infatti con sorprendente devozione e senso di responsabilità si sono impegnati alla ricerca di qualsiasi tipo di rifiuto, sia all’interno della pineta che lungo la spiaggia prospiciente”.

In particolare la raccolta si è incentrata su piccoli pezzetti di plastica abbandonati, che rappresentano tra l’altro, una delle peggiori e pericolose fonti di inquinamento del mare. A fine giornata sono riusciti a raccogliere oltre 70 chili di materiale che è stato prontamente conferito al centro di raccolta comunale da parte degli operatori di Asbi. “Al termine dell’evento, a ciascun partecipante, in maniera sistematicamente separata, è stato offerto un piccolo spuntino preparato dal personale della nostra mensa scolastica. L’auspicio – conclude l’Assessore all’ambiente Enzo Mulè - è che già dal prossimo anno, manifestazioni come questa, che rappresentano dei volani importanti per la sostenibilità ambientale, l’impegno civile, il senso di comunità ed inclusione sociale, possano tornare ad essere fruibili a tutto campo, senza restrizioni né limitazioni, perché riteniamo di averne proprio bisogno”.

torna all'inizio del contenuto